L'avviso Generalitat Valenciana delle spese bancarie sugli acquisti non effettuati dal consumatore

La Direzione Generale della Sicurezza Industriale e consumo di Valencia ha messo in guardia su presunte pratiche fraudolente da una società di origine russa che le navi prodotti cosmetici che i consumatori non hanno richiesto, con un corrispondente spese bancarie

Il consumatore riceve un pacchetto a casa dalla società di corriere e poi una commissione bancaria per un importo di 600 euro sulla carta di visto, secondo fonti della Generalitat

Le spedizioni di merci sono realizzati simulando un acquisto contratto di cosmetici a distanza per uso personale, che pure non sono etichettati nella lingua ufficiale dello Stato, la data la mancanza di durata minima, sono fabbricati negli Stati Uniti ed escludere l'indicazione dell'importatore in base alle informazioni ottenute dai servizi ai consumatori, l'azienda ha sede a Mosca e inviato le loro merci dalla Francia da un corriere

Il direttore generale della sicurezza industriale e Valencia consumatori, Carlos Mazon, consiglia ai consumatori di agire "con cautela assoluta" in questo tipo di situazione e riferire "immediatamente se rilevano eventuali irregolarità" con gli organi e servizi adeguati servizi ai consumatori territoriali dei consumatori hanno finora solo ricevuto una denuncia ad Alicante, ma sta studiando l'esistenza di più casi

precauzioni

CONSUMATORE Il vice presidente della Confederazione spagnola dei consumatori e degli utenti (CECU), Fernando Moner ha informato EROSKI EORSKI la vostra organizzazione a Valencia ha già trasmesso l'allarme ad altri uffici in Spagna, per impedire agli utenti e che può essere rilevata la prima di questo tipo di pratiche fraudolente

Per evitare di cadere vittima di questi fatti, Fernando Moner consigliato "tutti e di regola hanno la preoccupazione e la cura per controllare i movimenti dei conti bancari, almeno quelli con più soldi, payroll domiciliato ecc, un una volta alla settimana "

Il controllo può essere effettuato tramite lettere inviate dalla banca, chiedendo l'ufficio per mandare un fax, se siamo in viaggio, on-line o presso gli sportelli automatici Quindi, se il consumatore conferma che la banca ha approvato una tassa per qualcosa non ha chiesto di procedere immediatamente a cercare la ricevuta di ritorno per iscritto o eseguire la procedura nella sede della società, rimanendo sempre copia del documento

Al ricevimento di pacchetti da CECU il ritorno di tutto ciò che non è stato citato in giudizio se non è chiaro che è libero e non devono firmare nulla, eccetto la ricezione che compromette l'utente Moner crede è meglio consigliato sospettoso di tutto ciò che potrebbe sembrare libero "perché nessuno dà EUR 150 pesetas"

2

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Personaggi rimasti: 3000
captcha