Uno studio del CSIC assicura che i gatti selvatici hanno contribuito all'estinzione del 14% dei vertebrati dell'isola

Uno studio condotto dal Consiglio Superiore per la Ricerca Scientifica (CSIC) osserva che i gatti selvatici sono "una delle specie invasive più pericolose per le comunità di vertebrati sulle isole" Come registrato questo lavoro, pubblicato sull'ultimo numero della rivista "Global Change Biology ", nel corso della storia, la loro azione in questi ambienti ha contribuito all'estinzione di almeno il 14% dei vertebrati estinti oggi, la loro presenza minaccia anche la sopravvivenza del 8% del specie di uccelli, mammiferi e rettili elencato come in pericolo critico dall'Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN), ha spiegato il CSIC

La ricerca si è basata su una revisione della letteratura di 229 casi in 120 isole nel mondo L'impatto di questi gatti sulla comunità di vertebrati è stato classificato in tre categorie il primo di questi è il "misto", che riflette sia l'impatto negativo prodotta gatti selvatici è aggravata dall'azione di altre specie invasive; In secondo luogo è la categoria "alto", sottolineando la "prova evidente del suo impatto", e, in terzo luogo, il "forte" insieme categoria quando l'estinzione è attribuito "quasi esclusivamente" per l'azione di questi gatti domestici famiglia

Nel complesso, la presenza di gatti selvatici sulle isole "hanno contribuito all'estinzione di 16 specie di vertebrati e minaccia 128 specie elencate in una delle categorie di rischio di IUCN", avverte lo studio

gatti selvatici sono presenti nella maggior parte dei circa 179 000 isole in tutto il mondo ricercatore dell'Istituto di prodotti naturali e Agrobiologia del CSIC, Manuel Nogales ha detto, "Questi ambienti ospitano una biodiversità molto particolare e prezioso, dal momento che molte delle sue specie sono endemiche e il territorio dell'isola è spesso limitata, per cui questo tipo di impatto è molto più grave "a differenza delle aree insulari in continente, specie in pericolo sono in grado di spostarsi in altre aree e hanno diverse città, ha aggiunto

Le regioni insulari più colpite storicamente per l'azione di questo gatto sono la Galapagos (Ecuador), Hawaii (USA), alcune isole dei Caraibi e Canary I dati mostrano che la biodiversità delle due isole spagnole sono influenzati anche dalla l'azione di questi gatti endemica lucertola gigante di la Gomera e El Hierro, elencati come in pericolo di estinzione dalla IUCN, "e vivere solo in alcune scogliere dove i gatti sono di difficile accesso", ha detto Nogales

Per evitare danni della loro presenza sull'isola delle biodiversità, Nogales consiglia "l'eliminazione totale di gatti selvatici sulle isole meno di 200 chilometri quadrati e controllare le loro popolazioni in quelle più grandi, dove i danni causati alla biodiversità è notevole "

0

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Personaggi rimasti: 3000
captcha