Urbanizzazione eccessiva della costa è una delle principali cause della distruzione causata dalla tempesta, dice Greenpeace

Greenpeace ha detto ieri che i danni provocati dalla tempesta durante il fine settimana sulla costa mediterranea sono il risultato di un eccessivo sviluppo costiero, ed è per questo che chiediamo al governo una revisione approfondita della gestione delle coste in Spagna, come riportato nel il danno in un mobile spiagge dichiarazione e di strada, anche se la tempesta non era troppo forte, ma normale per questo periodo dell'anno, conferma la supersviluppo di "nostre coste", aggiunge il comunicato

Si rileva inoltre che le zone più colpite della Catalogna, Maresme, Girona e il Delta del Ebro, di solito sempre quelli che soffrono il flagello del tempo, in modo che le gravi conseguenze coinvolte dovrebbero essere evitati Inoltre, Greenpeace denuncia l'inefficacia dei miliardi investiti ogni anno per rigenerare le spiagge dalla fornitura artificiale di sabbia, come dimostra la distruzione di più di 40 spiagge del Mediterraneo lo scorso fine settimana

Nonostante gli avvertimenti forniti dalla natura sugli spazi che la sicurezza non dovrebbe occuparsi, come è il lungomare, non sta producendo il desiderato "schiuma" sulla costa, dicono gli ambientalisti a questo proposito, Greenpeace dice il numero di progetti si prevede di lanciare il governo, come l'estensione di almeno 30 grandi porti commerciali, 58 progetti per espandere o costruire porti turistici e numerosi progetti di sviluppo in spiaggia, rifilato un po 'di più della costa spagnola

2

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Personaggi rimasti: 3000
captcha